Ultimo aggiornamento:

Sei nelle arance sabine appena colte

Categorie suggestioni migratorie0 Commenti
arance diego denora

Riaverti nei solchi della terra

profumata e calda

a mezzogiorno:

l’aria tiepida corre per quelle zolle accovacciate

solleticate da formiche forzute;

instancabile popolo piramidale

fraterno nel suo zampettare allegrotto:

accenni e direzioni.

Sei nelle arance sabine appena colte

da novembre e ti ritrovo seduta sul ciglio

dell’orizzonte teverino. La prospettiva suggerisce

e inganna: cielo e grigio e quella cupola inevitabile

dietro il tuo orecchio sembra ti sia di appoggio alla nuca.

Sei terra profumata e in te rivedo me puro.

Ricordi a me il mio nome e questa mia natura

emotiva, stringendo tra le dita

e con i pollici sfiorando i padiglioni infreddoliti.

Scatti riottosi

a prova della natura imperfetta di uomo che solo

raccolto in te, rifrange la vita e respira.

 

 

Ho sempre pensato
che ogni età avesse la sua favola
Leggi la mia favola

Lascia un commento