Ultimo aggiornamento:

Spiro respiro il mio sguardo tace

Categorie suggestioni migratorie0 Commenti

Spiro, respiro, il mio sguardo tace

e non ascolta:

né vento né braccio teso ad indicarmi il verso.

 

Ti ho portata come tramite e mio fine,

sognando incubi e odorando il fuoco.

 

Come la notte scaccia la luce color arancia,

così la tua voce fesse l’aria

ed io tacito,

poiché il tuo corso ansava già solo.

***

Puoi legge altre poesie, clicca qui!

Lascia un commento