Tremule le tempie pulsano

Categorie suggestioni migratorie0 Commenti

Tremule le tempie pulsano sangue,

sangue di uomo scempio di tremule genti.

L’ulivo respira, la terra langue

e gl’occhi si chiudono inopprimenti.

 

Brandisci chi l’uomo e il creato estingue,

risvegli chi nega tre volte gli stenti,

ma cupido batte quel cuore esangue:

corre nel campo con spade d’intenti.

 

Che il calice pregasti ti negasse,

Quello sognato era colmo di vita,

Anni di uomo che vivendo vivesti.

 

Il cielo fu più ampio, già che provasse

Amore, per una fede smarrita.

Chiarore bianco, gl’amici ridesti.

Lascia un commento